Festa della Lega di Cultura 2010

A Piadena (CR) si terrà, come ogni anno, la consueta Festa della Lega di Cultura dal 19 al 21 marzo 2010. Ci saranno: cultura, musica, convegni, cibo e dibattiti. Il tema di questa edizione sarà “Emigrazione / Immigrazione” e nella giornata del 21 gennaio ci sarà un ricordo

di Ivan Della Mea. Interveranno: Eugenio Camerlenghi, Enrico Pugliese, Peter Kammerer, Bruno Cartosio, Alessandro Portelli, Anna Maria Rivera, Goffredo Fofi, Gianni Tamino, Tommi Jop e immigrati locali.

Per chi partisse dalla Toscana c’è la possibilità di salire sul pulman organizzato dall’Istituto Ernesto De Martino di Sesto.

Ancora un po’ di neve appiccicata

Nel vedere le campagne imbiancate e nel sentire i rumori attutiti da questa nevicata record, mi torna in mente il racconto di Italiano Santerini finito su Il Fogliaccio oltre un anno fa…

Il titolo dell’articolo era “Da un po’ di nève appiccïàta“, la storia di un ragazzo di Fornacette, dotato di grandi capacità, a cui era capitata l’occasione della vita ma, per inesperienza e paura, spinto dai genitori, ha rinunciato a spiccare il volo e, in tarda età, ormai ricoverato in una casa di riposo, se ne pente. Continua a leggere

Zoom H2, H4 e H4n

Il Giardino degli ElefantiVisto che il post più visitato del blog continua ad essere quello sui vari registratori digitali, con tanto di discussione su quali usare per registrare le interviste, anticipo che tra un po’ dovrei riuscire a mettere qualche articolo che compari realmente i vari registratori della Zoom, fino al nuovissimo H4n.

Infatti, grazie al progetto sulla realizzazione di una webradio nel Comune di Lari, l’Associazione “Il Giardino degli Elefanti” si è dotata di altri due registratori (comprati su strumentimusicali.net) che verranno distribuiti ai volontari per la realizzazione di interviste e programmi radiofonici. Anche su questa iniziativa presto metterò qualcosa, compreso il link al futuro sito.

Abbiate un pochino di pazienza…

Latte di fïo

La mattinata si apre con un dubbio atroce, amletico.

Ma il famigerato latte di fïo si chiama proprio così? Cioè, voglio dire, scientificamente e dal punto di vista naturalistico, la secrezione biancastra che fuoriesce dal picciolo del frutto dell’albero di fico si chiama proprio LATTE DI FICO?

Boh. In campagna s’è sempre chiamato così. E s’è sempre messu su’ pòrri (altresì detti verruche) per farli andare via…

Se qualche agronomo, biologo e conoscitore della natura di vario stampo passa su queste pagine, me lo faccia sapere.

Ci tengo.

Liberazione

In occasione della festa della Liberazione, esce anche il nuovo articolo per Voci della memoria su Il Fogliaccio.

Si tratta della storia di Piero Grassini, di cui ho già parlato in un altro articolo, che racconta la vista del bombardamento sopra Pisa il 31 agosto 1943. Non credo che ci potesse essere un’occasione migliore in cui rispolverare questo racconto, tirarlo fuori, farlo circolare.

Buona Resistenza a tutti.

Corso di perfezionamento su fonti orali e audiovisive

Il 20 aprile 2009 scadono le iscrizioni al Corso di perfezionamento organizzato dall’Università di Parma su “Fonti orali e audiovisive per la ricerca storica e sociale“: si tratta di un Corso di perfezionamento da poco approvato, unico post-lauream nelle Università specificamente dedicato al tema.
Obiettivo del Corso è quello di fornire le competenze non solo per gli usi tradizionali della ricerca storica, antropologica e sociologica con le fonti orali, ma anche quelle per gli impieghi nelle attività didattiche, nei servizi sociali, nelle mediazioni interculturali, nelle attività sanitarie, nella ricerca territoriale e ambientale, nella comunicazione interna di amministrazioni, imprese, organizzazioni.
La direzione del corso (assicurata dai proff. Alessandro Bosi e Antonio Parisella) ha sede presso il Dipartimento di studi politici e sociali. Esso è realizzato in fattiva collaborazione con il Centro studi per la stagione dei movimenti di Parma e con l’Istituto nazionale di sociologia rurale (INSOR). Sono stati invitati a partecipare l’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi di Roma, l’Associazione italiana di storia orale (AISO) e il Laboratorio della memoria di Isola Dovarese (Cr).
Possono accedervi come perfezionandi coloro i quali siano in possesso di diplomi universitari e lauree di durata triennale o superiore del vecchio o del nuovo ordinamento universitario, nonché coloro i quali siano in possesso di diplomi triennali di Accademie, Conservatori e istituti assimilati. Possono inoltre accedere coloro i quali siano in possesso di qualsiasi altro titolo di livello universitario riconosciuto previsto da ordinamenti di altri paesi, europei e non. In difetto di titolo di studio universitario, potrà essere ammesso in qualità di uditore chi è in possesso di un titolo di scuola media superiore o di un’esperienza lavorativa ritenuta equipollente dai coordinatori.
Maggiori informazioni sul sito dell’Università

Il cielo sopra Pisa

Il cielo sopra PisaCitando Wim Wenders, utilizzo questo titolo per parlare del prossimo articolo che apparirà sul Fogliaccio, per la rubrica Voci della Memoria.

Questa volta ripesco da un vecchio incontro del Progetto Madeleine, un racconto dell’ex Presidente dell’Auser di Lari, Piero Grassini.

Si tratta di un breve racconto scaturito dalla vista di una carta autobiografica con il CIELO.

È il racconto della visione dalla campagna intorno a Perignano dei bombardamenti di Pisa, il 31 agosto 1943, con le fortezze volanti che sorvolano la città e poi scatenano l’inferno e la distruzione.

Continua a leggere

Athe a Lari

Dopo la presentazione a Pisa, interessante per la chiacchierata con l’Assessora Guazzini ma deludente per la scarsa presenza di pubblico, domani saremo di nuovo con Athe Gracci a presentare il libro “Cittadina del mondo”.

Questa volta gioco (quasi) in casa: Castello dei Vicari a Lari alle 16.30.

Un ringraziamento per aver organizzato e promosso la presentazione va al Sindaco, Ivan Mencacci, e all’Assessora alle pari opportunità, Alessandra Guidi, che ha voluto inserire l’iniziativa all’interno delle manifestazioni per la celebrazione dell’8 marzo. Grazie.

Qui trovate ulteriori dettagli sulla presentazione.