By train

image

Forse  dovrei viaggiare di più in treno.

Il Chromebook, per quanto non possa essere paragonato al fratello maggiore MacBookAir, mi consente di lavorare rapidamente e in leggerezza, apprezzando il piacere di scrivere mentre il treno si muove.

La durata della batteria è notevole, la leggerezza lo rende maneggevole e comodo da portare dietro e non credo di poter desiderare niente di più.

Viaggiare e scrivere. Mi fa venire in mente quell’estate del 1997 trascorsi in giro per l’Europa del nord, Parigi Londra Dublino, scribacchiando su un quaderno gelosamente custodito tra una stazione e l’altra…

 

Zoom H1: economico e perfetto per le interviste!

Immagine Ho avuto modo di imbattermi in questo bel registratore, modello base di casa Zoom, in un paio di circostanze. Lo Zoom H1.

L’ho visto usare per registrare delle conferenze (ma va benissimo anche per le lezioni) e anche per realizzare delle interviste.

Lo trovo una soluzione ottima per coniugare qualità e prezzo, nonché una notevole maneggevolezza e praticità nell’uso, date le contenute dimensioni.

Su Strumenti Musicali lo potete trovare a meno di 100 €. Un prezzo più che accessibile per avere una qualità di registrazione della voce di alto livello.

Da provare!

Chromebook

imagePer poco più di 200 $ ho acquistato il Chromebook negli States, con qualche problemino per la consegna e una cinquantina di euro per spedizione e tasse.

Non so se ho fatto un vero affare (alla fine il risparmio è veramente poca cosa) ma sono soddisfatto dell’acquisto.

Lo sto utilizzando solo da poche ore e mi sembra che faccia egregiamente tutto quello che prometteva: leggero, piccolo (ma non microscopico), veloce all’avvio e dotato di tutte le applicazioni di Mountain View.

Adesso aspetto di collaudarlo in mobilità, per vedere come funziona in giro, quanto riesce a prendere le wifi pubbliche e soprattutto quanto dura la batteria.

Intanto mi godo i 100 Gb regalati per Google Drive: anche se sono solo per due anni, intanto sono una bella comodità.

Unico inconveniente: la tastiera (minimale e senza tasti funzione, sostituiti dai comandi per luminosità, audio e navigazione) con i tasti USA.

Per il momento sono contento di questo nuovo netbook…

Zoom H4n per le interviste

ImmagineDa qualche anno utilizzo lo Zoom H4n per la realizzazione delle interviste finalizzate alla raccolta delle storie di vita che confluiscono nell’archivio digitale (online) dell’associazione Il Giardino degli Elefanti.

L’unico vero inconveniente, per chi deve spostarsi e andare a registrare in casa altrui, è quello delle dimensioni dello strumento: grande quanto un galaxy (solo più alto) non passa proprio inosservato quando viene revellianamente posizionato sul tavolo, per dichiarare l’intento di raccogliere una storia di vita (o fonte orale che dir si voglia).

A parte questo, non riesco veramente a trovare alcuna pecca in questo strumento che – considerato l’alto livello qualitativo – si presenta sul mercato con un prezzo piuttosto accessibile (circa 250 €), anche se certamente non economico.

Per il resto vedo (e sperimento) solo aspetti positivi: regolazione del volume in registrazione, riproduzione diretta e tramite cuffie, scheda SD sul lato, due batterie stilo, display retroilluminato, menu navigazione semplice ed intuitivo. Solo per fare un elenco immediato senza pretese di essere completo ed esaustivo.

Insomma, se avete necessità di registrare la voce in alta qualità, non saprei cosa consigliarvi di migliore. Inoltre, per quanto non possa presentare la mia esperienza diretta, è ottimo anche per registrazioni musicali in studio o all’aria aperta, con la possibilità di collegare direttamente lo strumento al registratore e di fare un piccolo montaggio, con la sensazione di portarsi dietro un mixer multitraccia…

Provare per credere!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑