Fondato sulla cultura?

Fondato sulla cultura?

Questa sera, nell’aula magna della scuola di Perignano (Pisa), modererò un confronto promosso dall’associazione Il Giardino degli Elefanti tra i candidati Sindaco del neofuso Comune di Casciana Terme Lari: Erica Ballatori, Marianna Bosco e Mirko Terreni.
Il titolo dell’incontro è “Fondato sulla cultura?” parafrasando il titolo della recente pubblicazione di Gustavo Zagrebelsky.
I candidati potranno illustrare il loro programma riguardo alle politiche culturali e i cittadini potranno intervenire per chiedere e proporre le loro idee.
Speriamo che sia una bella serata di partecipazione!

Lo scrittore etico?

Come spesso mi capita, stamani ho ascoltato Pagina 3, una bellissima panoramica sulle pagine culturali e sul web. La cosa ancora più bella è che, già qualche ora dopo, è possibile ascoltarlo scaricando il podcast.

Edoardo Camurri – bravissimo e coltissimo – legge l’articolo sulla pagina culturale de La Repubblica, scrittto da Dave Eggers su Kurt Vonnegut, “lo scrittore etico”.

Proprio mentre il conduttore sta leggendo quanto Eggers scrive in merito al vuoto lasciato da un personaggio come Kurt Vonnegut (Mattatoio n°5 su tutti, citato anche in Footloose), riflettendo a ridosso dell’uscita postuma di una raccolta di racconti intitolata Baci da 100 dollari, viene preso da un fremito estetico: non può fare a meno di contraddire quanto sta leggendo, di integrare il punto di vista sacrosanto di Eggers-Vonnegut, in base al quale l’autore, lo scrittore, l’artista in generale deve offrire un punto di vista sulla vita, deve tentare di mostrare come si può vivere bene.

Eppure è sempre la solita questione che da secoli viene dibattuta senza un vincitore o un vinto: ars gratia artis, citando la Metro Goldwin Mayer, oppure come direbbero i francesi: l’art pour l’art?

Non lo so, non lo so proprio.

Certo, alcune operazioni puramente commerciali o estetiche, alla Isabella Santacroce, mi fanno un po’ schifo. Ci sono, esistono, e vanno conosciute, non fosse altro che per discostarsene.

Mi viene  in mente un gruppo molto ben assortito e competente che, ai tempi dell’Università, voleva portare avanti la crociata calviniana per uno stile pulito, per il gusto della descrizione, per la bellezza estetica. Sotto il nome di “penne arrabbiate”.

Ecco, quello che conta, secondo me, è che nelle pagine di un libro ci siano le budella, si senta che chi lo ha scritto ci ha messo il meglio di sé: non importa che sia Siddharta o il giovane Holden. Non è necessario che si tratti di un complicato e colto romanzo storico o di una semplice storia di persone umili contemporanee. Questo conta davvero.

Non ho la pretesa di avere la verità. La penso così. Tutto qui.

E voi?

Festa della Lega di Cultura 2010

A Piadena (CR) si terrà, come ogni anno, la consueta Festa della Lega di Cultura dal 19 al 21 marzo 2010. Ci saranno: cultura, musica, convegni, cibo e dibattiti. Il tema di questa edizione sarà “Emigrazione / Immigrazione” e nella giornata del 21 gennaio ci sarà un ricordo

di Ivan Della Mea. Interveranno: Eugenio Camerlenghi, Enrico Pugliese, Peter Kammerer, Bruno Cartosio, Alessandro Portelli, Anna Maria Rivera, Goffredo Fofi, Gianni Tamino, Tommi Jop e immigrati locali.

Per chi partisse dalla Toscana c’è la possibilità di salire sul pulman organizzato dall’Istituto Ernesto De Martino di Sesto.

Dipingere la luce

Non ho le capacità né le competenze per parlare di arte, per parlare di quadri e ripercorrere la strada fatta da un movimento pittorico per affermarsi, attraverso tecniche e teorie. Ma mi piacciono gli impressionisti, da sempre.

Vincent van Gogh - Ponte di Clichy

Così sono andato a vedere la mostra a Palazzo Strozzi “IMPRESSIONISMO – Dipingere la luce dove sono raccolti alcuni quadri del periodo impressionista e neoimpressionista, dedicando una particolare attenzione alle tecniche utilizzate e all’analisi delle opere attraverso strumenti tecnologici. In molti casi, infatti, si è cercato di ricostruire il processo di realizzazione del dipinto, andando a vedere quanto avesse inciso la realizzazione en plein air e, inoltre, smascherando il metodo utilizzato da alcuni famosi impressionisti. Per tutte le informazioni sui quadri e sul percorso suggerito, è possibile consultare il sito di Palazzo Strozzi, quello ufficiale della mostra, dare una sbirciata alla rassegna stampa, oppure consultare un blog che ne parla ampiamente.

Continua a leggere

Il potere delle storie

Il Centro "Il Girasole" a San Frediano
Il Centro "Il Girasole" a San Frediano

A gennaio del 2006, su un progetto proposto dalla Cooperativa Il Delfino al Comune di Cascina, ho iniziato a recarmi presso il Centro “Il Girasole”, nel Villaggio Santa Maria di San Frediano a Settimo (PI), per svolgere un progetto di animazione culturale rivolto agli anziani del quartiere.

Il progetto, iniziato nel 2005, non aveva raggiunto gli obiettivi prefissi a causa dell’isolamento del Centro “Il Girasole” rispetto al quartiere e, soprattutto, per il tipo di reti sociali presenti nella zona, sorta in pochissimi anni senza nessun tipo di luogo di aggregazione, senza una costruzione dal basso della cittadinanza. Per questo motivo, nell’anno successivo, mi sono occupato di un progetto di comunità sul quartiere denominato Macondo.

Continua a leggere