A Volterra per parlare di Beccanoce

Venerdì 4 novembre, alle 17.30, sarò ospite al Caffè dei Fornelli di Volterra (PI), all’interno del percorso organizzato dal Prof. Daniele LutiMagia, Mito e Mistero“.

Sarà un piacere trovarmi nell’antica e misteriosa città etrusca, dove l’ombra della sera fa bella mostra di sé al Museo Guarnacci, per parlare della storia di Luigi Volpi, al secolo Beccanoce, con tutte le sue vicende curiose, con le sue contraddizioni, con la bellezza di una storia umana che incontra il divino.

Proprio nella città salita alle cronache mondiale grazie ai romanzi di vampiri, farò ascoltare per la prima volta un brano di un racconto che ho raccolto (trascritto e pubblicato) nel libro riguardante una persona che abita a Saline di Volterra che racconta di aver trovato all’interno del proprio cuscino una corona di piume, segno del maleficio stregonesco.

Di questo avevo parlato, tempo fa, anche con il Prof. Borghini del Politecnico di Torino, il quale si era detto molto interessato, anche in virtù della sua teoria che tenta di mettere semioticamente in relazione le storie del folklore con i miti greci e romani, dove la rotondità ha tutto un mondo di significati simbolici che si è portata dietro negli ultimi due millenni.

Di questo parleremo e di molto altro, spero.

Tornare a Livorno

A due anni dalla presentazione alla Gaia Scienza, sono positivamente colpito dalla richiesta della Libreria Belforte di organizzare una nuova presentazione della storia di Beccanoce a Livorno.

Non credo che ci sarà una grande affluenza di pubblico, ma il confronto con una grande città, al di fuori del campo di azione consueto del guaritore ponsacchino, è sempre molto stimolante.

Giovedì 29 settembre 2011, ore 17.30, insieme a Luigi Volpi detto Beccanoce, proverò a raccontare questa storia, cercando di entrare dentro ai numerosi dubbi che scatena nella coscienza, al confronto tra ragione logica e positiva e mistero che tutto avvolge.

Rispetto alle altre presentazioni, più indirizzate a raccontare il libro, vorrei riuscire ad entrare negli interrogativi, a sviscerare le domande, provando a raccontare anche qualcosa di quello a cui sto lavorando adesso…

Un guaritore ponsacchino a Livorno

Il prossimo giovedì 29 settembre 2011, intorno alle 17.30, presso la centralissima (e bellissima) libreria Belforte di Livorno, tornerò a parlare del libro Beccanoce. La storia mai raccontata edito dalla Felici di Pisa nel 2009.

Sono molto contento che, dopo oltre due anni dalla prima presentazione a Casciana Terme, ci sia ancora interesse per questo lavoro che sento quello più vicino a un romanzo, pur conservando le caratteristiche della raccolta di testimonianze.

Il libro tocca tante tematiche centrali nell’esistenza di chiunque, pur mantenendo come filo conduttore quello della vita straordinaria e sorprendente di Luigi Volpi detto Beccanoce. Infatti si parla di nascita e di morte, di malattia e sofferenza, di suicidio e sortilegi, alla ricerca del senso profondo dell’esistere.

Chi leggesse questo post e avesse voglia di fare quattro chiacchiere, è benvenuto.

L’invito è esteso a tutti… invito alla Libreria Belforte

Lavori prematrimoniali

La settimana prossima mi sposo.

E ci sono ancora parecchie cose da sistemare, una giornata tutta da vivere con amici e parenti e un viaggio in Andalusia da gustare, con la sensazione di qualcosa che arriva e qualcosa che inizia.

Però, al ritorno, ripartirò in giro per presentare i libri.

Torno a Livorno, alla libreria Belforte, il 29 settembre 2011, per parlare di nuovo di Beccanoce, con lui e chi vorrà venire.

A inizio novembre, invece, è in ballo una presentazione all’Istituto degli Innocenti de Le avventure di Pinokkio, per tornare a parlare di protagonismo e partecipazione degli adolescenti.

Ci vediamo con l’anello al dito!

San Valentino con Beccanoce?!?

Sabato 13 febbraio, alle ore 17.30, all’interno del Villaggio Turistico La Francesca, a Bonassola (SP), ci sarà una nuova presentazione del libro “Beccanoce. La storia mai raccontata” edito da Felici Editore di Pisa nel 2009.

Il libro, da me scritto e già presentato a Casciana Terme il 30 agosto 2009, racconta la storia di Luigi Volpi da Peccioli, detto Beccanoce, a cui è stato attribuito il soprannome dell’uomo dalle mani che guariscono.

Nel libro, infatti, vengono raccontate le storie di tantissime persone che, grazie alle prodigiose mani di Beccanoce, sono guarite dai mali più disparati: artriti, artrosi, fuoco di sant’antonio, psoriasi, sciatiche e via dicendo.

Dopo le quattro presentazioni, tra Pisa e Livorno, il libro di Beccanoce espatria e prova a ritagliarsi uno spazietto in Liguria, a pochi chilometri dalle Cinque Terre.

Staremo a vedere…