Dalla spalletta dell’Arno

Oggi pomeriggio alle 18 a Pontedera (PI) presso la sala Carpi presenterò un nuovo volume della collana #MemoriedelNovecento di Tagete Edizioni

Annunci

Campane di Libertà – La liberazione di Calcinaia

Fu il due settembre di settant’anni fa quando Calcinaia fu liberata e l’incubo dell’occupazione nazifascista ebbe fine. Una data importante, uno spartiacque nella storia del territorio e della sua comunità, che l’amministrazione non mancherà anche quest’anno di ricordare, mantenendo viva la memoria anche tra le generazioni più giovani. La festa della liberazione del Comune di Calcinaia sarà infatti celebrata Sabato 6 Settembre, in Sala Don Angelo Orsini (a fianco del Palazzo Comunale). La mattinata si aprirà alle ore 9.30 con la presentazione del libro “Campane di libertà”. Il testo, pubblicato da Tagete Edizioni e curato da Massimo Novi, la cui realizzazione è stata voluta e promossa dal Comune di Calcinaia, contiene testimonianze relative alla Guerra e alla successiva Liberazione attraverso cui è possibile ricostruire come questo terribile periodo e la sua attesa conclusione furono vissute dal territorio e dalla sua comunità. A rendere il libro ancora più prezioso il fondamentale contributo degli studenti e delle studentesse della classe III A della Scuola Medie di Fornacette. I giovani, nel corso dell’anno scolastico 2013/14, sotto la guida della professoressa Enrichetta Paoli, hanno infatti svolto ricerche e interviste sul campo, partecipando al progetto provinciale “Memoria 70”. Questo attento lavoro è entrato a far parte di “Campane di libertà”, che nella sua seconda parte ne ospita il risultato. “È profonda l’attenzione che l’amministrazione pone verso la storia passata del territorio e della sua comunità – afferma il sindaco Lucia Ciampi -, in particolare verso quei momenti cruciali che sono stati la Guerra e la Liberazione dal nazifascismo. A dimostrarlo è certamente la pubblicazione di questo libro, che ha permesso di mettere nero su bianco preziose testimonianze, a completamento del lavoro di raccolta di materiali e racconti autentici già realizzato in passato con il coinvolgimento dell’associazione “Il giardino degli elefanti” e dell’ANPI”. “Con il lodevole lavoro svolto da Massimo Novi, Tagete Edizioni e dai ragazzi e le ragazze della Scuola Media di Fornacette, coadiuvati dalla docente Paoli – continua Ciampi -, vogliamo rendere omaggio a tutti quei nostri concittadini che hanno vissuto l’ansia e l’attesa di quei giorni del 1944, ricordando le vittime civili della violenza della guerra, di cui fece parte anche il parroco don Angelo Orsini, barbaramente ucciso dai tedeschi”.

Sorgente: Al Suon Di Campane Di Liberta’ Calcinaia La Sua Liberazione – YouReporter.it

C’era una volta…

pinokkioTutte le mattine passo davanti alla “casa bianca” sull’incrocio delle Tre Vie a Perignano.

Quasi mai la mente torna a quegli anni di un decennio fa, a quei momenti trascorsi in quelle mura, a quando le finestre venivano spalancate e intorno era tutto un vociare di ragazzi e ragazze.

Ma qualche volta si, ci penso.

E mi prende un po’ di tristezza a pensare a quellochenoncera… e invece c’è.

Oggi non c’è più. La “casa” è stata sostituita dalla sede della Contrada e, in questo, si potrebbe vedere qualcosa di buono: per lo meno l’unico spazio sociale autogestito di Perignano è rimasto a disposizione della cittadinanza, anche se solo di una porzione che lo utilizza soprattutto in alcuni momenti dell’anno.

Ma se mi soffermo qualche momento in più e lascio riaffiorare alla mente ricordi, immagini e sensazioni, non posso che essere avvolto nella tristezza per quello che abbiamo perduto, per quello che i ragazzi di questi anni non potranno mai conoscere e, forse, come diceva il Pieraccioni, faticheranno anche solo ad immaginare.

Eppure, quello che mi rimane e porto sempre nel cuore è quello che un gruppetto di ragazzi è riuscito a creare, al modo in cui sono trascorse quelle intense e belle giornata.

E questo, quasi sempre, basta.