Questi posti vicini al mare…

2016-02-10 16.33.50Seduto in un bar vicino al mare, in attesa di un appuntamento, mentre vicino le onde sbattono con violenza sugli scogli.

Ci sono stati tanti cambiamenti negli ultimi anni, cose brutte che però hanno messo in luce nuovi aspetti e possibilità. Oggi è arrivato il momento di lasciare tutto alle spalle, di salvare solo quello che è ancora vivo e abbandonare ogni inutile fardello.

Così, dopo 7 anni, penso di tornare a scrivere cose che sento veramente mie, anziché limitarmi a qualche prefazione o a collazionare il lavoro di altri.

La sensazione è quella di chi ha lo zaino pronto per un imbarco, sole alle spalle e negli occhi l’orizzonte.

Annunci

Quattro chiacchiere alla Libreria Belforte

È stato bello tornare a Livorno.

Non pensavo di trovare molte persone all’incontro, due anni dopo la pubblicazione del libro su Beccanoce.

Invece, appena arrivati troviamo già molte persone ad attendere l’appuntamento: tutto merito di Nino e dei suoi appuntamenti settimanali e, forse, anche dell’articolo comparso sulla cronaca locale del Tirreno il giorno precedente.

Sarà che ormai abbiamo fatto tanti incontri, che il libro ha due anni compiuti, che l’aria ancora calda di fine settembre concilia, ma mi sento molto bene, libero di spaziare sui temi trattati nel libro e ardire qualche collegamento in più.

Insomma, ne è venuta fuori una piacevole e movimentata conversazione, alternata dalla lettura di qualche passo del libro, dai racconti di Beccanoce, dalle domande del pubblico.

Un bel modo di parlare di questa storia mai raccontata.

E del libro.

Grazie.

Tornare a Livorno

A due anni dalla presentazione alla Gaia Scienza, sono positivamente colpito dalla richiesta della Libreria Belforte di organizzare una nuova presentazione della storia di Beccanoce a Livorno.

Non credo che ci sarà una grande affluenza di pubblico, ma il confronto con una grande città, al di fuori del campo di azione consueto del guaritore ponsacchino, è sempre molto stimolante.

Giovedì 29 settembre 2011, ore 17.30, insieme a Luigi Volpi detto Beccanoce, proverò a raccontare questa storia, cercando di entrare dentro ai numerosi dubbi che scatena nella coscienza, al confronto tra ragione logica e positiva e mistero che tutto avvolge.

Rispetto alle altre presentazioni, più indirizzate a raccontare il libro, vorrei riuscire ad entrare negli interrogativi, a sviscerare le domande, provando a raccontare anche qualcosa di quello a cui sto lavorando adesso…