Fuggire… dall’alzheimer

Triste destino quello del Dott. Alois Alzheimer, pur essendo diventato famoso e aver vinto l’oblio conseguente alla scomparsa da questa Terra.

Il grande merito che l’Umanità può riconoscere a questo medico tedesco è quello di aver scoperto

un processo degenerativo che distrugge progressivamente le cellule cerebrali, rendendo a poco a poco l’individuo che ne è affetto incapace di una vita normale

Con questa patologia la vita diventa una continua perdita di riferimenti, sopraggiunge una stroboscopica intermittenza di ricordi, mentre prende sempre più spazio la vividezza di nomi e volti ormai scomparsi, con l’angoscia prodotta dall’incapacità di ricordare molte delle cose accadute negli ultimi anni.

Perdendo, progressivamente, anche le funzionalità fisiche e motorie.

Non rimane altro che fuggire.

Anche senza sapere per dove…

San Valentino con Beccanoce?!?

Sabato 13 febbraio, alle ore 17.30, all’interno del Villaggio Turistico La Francesca, a Bonassola (SP), ci sarà una nuova presentazione del libro “Beccanoce. La storia mai raccontata” edito da Felici Editore di Pisa nel 2009.

Il libro, da me scritto e già presentato a Casciana Terme il 30 agosto 2009, racconta la storia di Luigi Volpi da Peccioli, detto Beccanoce, a cui è stato attribuito il soprannome dell’uomo dalle mani che guariscono.

Nel libro, infatti, vengono raccontate le storie di tantissime persone che, grazie alle prodigiose mani di Beccanoce, sono guarite dai mali più disparati: artriti, artrosi, fuoco di sant’antonio, psoriasi, sciatiche e via dicendo.

Dopo le quattro presentazioni, tra Pisa e Livorno, il libro di Beccanoce espatria e prova a ritagliarsi uno spazietto in Liguria, a pochi chilometri dalle Cinque Terre.

Staremo a vedere…

Sul Tirreno dell’Epifania

Riporto questo articolo apparso su Il Tirreno, cronaca di Pisa, del 6 gennaio 2010.

Da malato grave a guaritore

PISA. All’interno della mostra “Tra sogno, magia e mistero” – a Pisa fino al 10 gennaio (uno stand nella foto) – ci sarà una nuova presentazione del libro “Beccanoce. La storia mai raccontata”, edito da Felici Editore nel 2009. Il libro racconta la storia di un bambino, miracolosamente guarito da una malattia dichiarata incurabile dalla medicina, poi diventato sensitivo, rabdomante e, soprattutto, guaritore. L’autore, Massimo Novi, e il protagonista della storia, Luigi Volpi, incontreranno sabato (alle 17) gli intervenuti per una conversazione su stregoneria, rabdomanzia, guarigioni e tanti altri temi che riguardano la storia di Beccanoce. L’incontro sarà un momento di confronto con l’autore del libro, che ha raccolto decine di testimonianze da persone che hanno assistito ad episodi prodigiosi, e il protagonista di questa storia mai raccontata.

Da malato grave a guaritore

PISA. All’interno della mostra “Tra sogno, magia e mistero” – a Pisa fino al 10 gennaio (uno stand nella foto) – ci sarà una nuova presentazione del libro “Beccanoce. La storia mai raccontata”, edito da Felici Editore nel 2009. Il libro racconta la storia di un bambino, miracolosamente guarito da una malattia dichiarata incurabile dalla medicina, poi diventato sensitivo, rabdomante e, soprattutto, guaritore.  L’autore, Massimo Novi, e il protagonista della storia, Luigi Volpi, incontreranno sabato (alle 17) gli intervenuti per una conversazione su stregoneria, rabdomanzia, guarigioni e tanti altri temi che riguardano la storia di Beccanoce. L’incontro sarà un momento di confronto con l’autore del libro, che ha raccolto decine di testimonianze da persone che hanno assistito ad episodi prodigiosi, e il protagonista di questa storia mai raccontata.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑