La dura vita dei piccoli editori

Ho pubblicato più di 10 libri, tutti con piccoli editori.

Dalla nascita di Tagete Edizioni, ho collaborato sempre con Michele Quirici che mi ha affidato il compito di dirigere la collana Memorie del Novecento.

Non è facile la vita dei piccoli editori che non possono contare su grandi capitali e su una fitta rete di distribuzione.

Eppure il loro ruolo è fondamentale nel dare la possibilità a chiunque abbia un manoscritto nel cassetto di vederlo stampato e poterlo vedere sugli scaffali di una libreria e, con un pizzico fortuna, magari raggiungere qualche lettore che decida di immergersi in quella storia.

Le memorie di un mezzadro socialista a Casciana Terme

Locandina Ceccotti.png

Sabato 16 marzo 2019, nel pomeriggio, a Casciana Terme presenterò la ristampa di un volume della collana Memorie del Novecento, da me diretta per l’editore Tagete di Pontedera.

La storia, trascritta e curata dal professor Francesco Biasci, è quella di un mezzadro soldato di Casciana Terme, inviato a combattere “in Libia e sul Carso“.

Il volume si inserisce perfettamente nella collana, sia per il genere autobiografico che per il periodo di riferimento, la prima metà del Novecento.

Ho scritto una breve prefazione e di seguito riporto un passaggio:

Antonio Ceccotti comprende di essere una comparsa di fronte ai grandi eventi mondiali ma non si arrende a questo ruolo e trova nella scrittura il suo riscatto, il modo di tenere sotto controllo fatti troppo più grandi di lui. Come avrebbe fatto più tardi anche il sergente nella neve.

Questa capacità di dare senso probabilmente affonda le sue radici nella vita della campagna, nella società rurale toscana e nella durezza dei rapporti tra padrone e mezzadro, intermediati dalla figura centrale del fattore. In questo contesto prospera l’idea socialista, a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, come promessa di riscatto delle classi subalterne che compiranno in cento anni il proprio percorso di rivincita.

Memorie del Novecento a Varramista (PI)

13239418_10207976151500120_5430889850542502392_nDomenica prossima, 29 maggio 2016, nell’ambito dell’iniziativa Cantine Aperte, presenterò la collana che curo per Tagete Editore, giunta al 23° volume.

Nell’occasione saremo ospitati dalla Fattoria di Varramista e interverrano gli autori che hanno pubblicato la loro storia nella collana, raccontando i passaggi del secolo passato.

Un’occasione per bere un buon bicchiere di vino, ascoltare un po’ di buona musica suonata da Diego Schiavi (in collaborazione con l’Accademia della Chitarra di Pontedera), sfogliare qualche libro e ascoltare dalla viva voce dei protagonisti storie del passaggio dal fascismo alla Repubblica.

Vi aspettiamo!

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑