Ricordando Pertini a Guardistallo

53018056_2282797391784093_5812121371840348160_nSono veramente felice di aver trascorso una bella giornata a Guardistallo con il Sindaco Sandro Ceccarelli.

All’iniziativa ha partecipato anche il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani e il professor Maurizio Vernassa dell’Università di Pisa.

L’iniziativa in memoria di Sandro Pertini ha cercato di mostrare agli alunni delle scuole la figura del Presidente della Repubblica più amato dagli italiani non solo quale uomo delle istituzioni ma anche come individuo, come militante socialista e come persona dotata di una straordinaria umanità.

Complimenti al Comune di Guardistallo e al Sindaco per questa sensibilità e per aver intitolato un’area di gioco al Presidente Pertini, riportando una frase bellissima rivolta ai giovani.

WhatsApp Image 2019-03-01 at 10.09.58

Un partigiano presidente

DWyOSvyWAAAx7mN

A 28 anni dalla scomparsa di Sandro Pertini ci rimane l’immagine di un uomo capace di portare su di sé la lotta per un mondo migliore, per la giustizia sociale, per un’Italia libera dal fascismo e repubblicana.

Da molti anni questa figura viene tirata per la giacca da varie parti, cercando di epurarla dal suo essere partigiano non solo combattente ma anche uomo di parte, pur se capace di guardare oltre le divisioni partitiche.

Indubbiamente la sintesi di un’intera esistenza ha coinciso in maniera del tutto eccezionale con il settennato da Presidente della Repubblica; mentre i suoi predecessori e, soprattutto, i suoi successori hanno interpretato questa carica con una totale distanza dalla gente, Sandro Pertini ha incarnato lo spirito dell’Italia in un momento particolarmente delicato della nostra Repubblica.

Per questo Pertini che esulta a Madrid e Pertini sul palco dopo la strage della stazione di Bologna sono le due facce dello stesso uomo.

Che oggi, a 28 anni dalla sua scomparsa, ci manca sempre di più.