By train

image

Forse  dovrei viaggiare di più in treno.

Il Chromebook, per quanto non possa essere paragonato al fratello maggiore MacBookAir, mi consente di lavorare rapidamente e in leggerezza, apprezzando il piacere di scrivere mentre il treno si muove.

La durata della batteria è notevole, la leggerezza lo rende maneggevole e comodo da portare dietro e non credo di poter desiderare niente di più.

Viaggiare e scrivere. Mi fa venire in mente quell’estate del 1997 trascorsi in giro per l’Europa del nord, Parigi Londra Dublino, scribacchiando su un quaderno gelosamente custodito tra una stazione e l’altra…