Aprile… Tempo di migrar?

In questi giorni, dopo aver creato il profilo dell’Associazione Il Giardino degli Elefanti su facebook, sto iniziando a trasferire tutte le attività che ho segnalato su questo blog in capo all’associazione di cui sono presidente e che ho fondato quasi due anni fa con Luigi Nannetti, Gionata Bocci e Lorenzo Salvadorini.

Entro la fine del mese ogni attività editoriale e di altro tipo verrà segnalata e riportata sul blog dell’associazione (che conterrà tutti gli articoli che si trovano su questo blog e, moltro presto tanti altri), sul sito di Radio Elephant, sul profilo di facebook e con lo strumento di microblogging twitter.

Si conclude così l’esperienza “in solitaria” su questo blog a cui ho dedicato tanto tempo ed è servito a lasciare una traccia del percorso che ha portato alla redazione del libro “Beccanoce. La storia mai raccontata” fino alla sua pubblicazione e alle successive presentazioni nel corso del 2009 e del 2010.

Ma le avventure non finiscono qui…

140 caratteri per dire le cose

Non si direbbe.

Inserire 140 caratteri per dire qualsiasi cosa potrebbe apparire, a prima vista, una limitazione.

E, in effetti, lo è.

Eppure lo strumento inventato da Jack Dorsey, il cinguettante twitter, soprattutto al di fuori dei confini nazionali ma – piano piano – anche in Italia, sta prendendo sempre più piede e diventando un modo di mantenedere le persone in contatto senza la fatica di foto, immagini, video, musica, chat.

La semplicità, ancora una volta, si rivela sul web (e non solo) uno dei mezzi più efficaci e coinvolgenti.

In un mondo che corre e va di fretta, dove la comunicazione è strumentale a qualsiasi tipo di attività, uno strumento semplice e versatile, capace di collegarsi ad altri strumenti altrettanto funzionali (WordPress, Youtube, Last.fm, ecc.), è veramente vincente.

Insomma. Mi ci trovo bene, via…