140 caratteri per dire le cose

Non si direbbe.

Inserire 140 caratteri per dire qualsiasi cosa potrebbe apparire, a prima vista, una limitazione.

E, in effetti, lo è.

Eppure lo strumento inventato da Jack Dorsey, il cinguettante twitter, soprattutto al di fuori dei confini nazionali ma – piano piano – anche in Italia, sta prendendo sempre più piede e diventando un modo di mantenedere le persone in contatto senza la fatica di foto, immagini, video, musica, chat.

La semplicità, ancora una volta, si rivela sul web (e non solo) uno dei mezzi più efficaci e coinvolgenti.

In un mondo che corre e va di fretta, dove la comunicazione è strumentale a qualsiasi tipo di attività, uno strumento semplice e versatile, capace di collegarsi ad altri strumenti altrettanto funzionali (WordPress, Youtube, Last.fm, ecc.), è veramente vincente.

Insomma. Mi ci trovo bene, via…

Pay pal

Grazie a una preziosissima guida che sono riuscito a trovare su Internet, ho inserito un bottoncino per ricevere donazioni.

Magari non ci pensa nessuno, magari il blog è uno strumento che viene ritenuto palesemente gratuito (e grazie se qualcuno lo legge!) ma occorre tempo e competenze per crearlo e , soprattutto, per tenerlo aggiornato.

Pertanto, se su questo blog hai trovato qualcosa di interessante, lascia una piccola donazione cliccando su questo bottone.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑